Just mine! - Rivoluzione di (e in) costume

Buon pomeriggio!
Da circa una settimana siamo entrati ufficialmente nella stagione estiva, questo vuol dire principalmente mare, sole, gelato, tramonti in spiaggia, giornate lunghe, camminate e cene all'aperto.
Una scelta importante è ovviamente quella del costume da bagno ed è di una campagna speciale legata al beachwear che parleremo oggi.
Il titolo stesso, gioco di parole voluto con lo slogan di questa bella iniziativa, è indicativo di quanto andremo a vedere.
Sul blog ci piace spaziare molto, fare articoli non banali, parlare di iniziative di solidarietà, scoprire nuovi brand e cercare di far conoscere il più possibile il made in Italy.
Per quanto mi riguarda, da cinque anni ad oggi ho sempre cercato di sdoganare delle barriere e sradicare dei pregiudizi che purtroppo ancora oggi popolano il mondo della moda.
Vi ricorderete quando vi ho raccontato di modelle magrissime scartate ai casting perché considerate grasse, vi ho parlato di campagne pubblicitarie che promuovevano l'anoressia, di noti fotografi accusati di abusare delle modelle e tutto questo l'ho fatto sempre mettendoci la faccia ed esponendomi in prima persona.
Bene, oggi nuovamente voglio portarvi a riflettere e per fare questo vi parlo di una rivolta che porta un messaggio positivo: siamo tutti diversi ed è questa la vera ricchezza. Il centro di questa bella rivoluzione si trova a Bellinzago Novarese  ed è qui che il gruppo di volontariato "Quelli del sabato" ha lanciato la campagna "Just Mine! Rivoluzione di costume" in collaborazione con Justmine, azienda di beachwear made in Italy.
Il progetto ha coinvolto nove donne diversamente abili tra i 25 e i 60 anni facenti parte dell'associazione e che hanno creato costumi da bagno rivisitando nove modelli della collezione estate 2016. Ognuna di loro ha inizialmente creato un bozzetto su carta, sperimentando con colori, tessuti e campioni, infine l'azienda Justmine ha riportato su stoffa i nove pezzi unici su misura.
Non solo, ognuna di queste donne creative ha poi partecipato alla campagna pubblicitaria che porta il messaggio: il bello di essere diverse, il bello di essere uniche.
Ogni scatto dello shooting ritrae tre donne: una modella professionista, quindi la moda per eccellenza; una ragazza dell'associazione, quindi la stilista dallo sguardo unico; una non modella, quindi la clientela. Tre modi diversi di interpretare e vivere la moda.
Inutile dire che questa campagna non mi ha lasciata indifferente, è proprio bello il modo in cui è stata creata, la delicatezza con cui ci si è avvicinati, il messaggio che si vuole trasmettere, oltre all'ironia e all'originalità.
Si entra nel mondo della moda ma lo si fa con un'altra chiave, allontanandosi dai soliti clichè, dalle bellezze stereotipate. La diversità è un valore, qualcosa che aggiunge, non qualcosa che toglie. La diversità non è un qualcosa che ci porta a discriminare, ad escludere, ma anzi dovrebbe portare a socializzare e integrare nella società. La diversità è unicità e i pregiudizi vanno sconfitti.
Tutti possiamo partecipare a questa rivoluzione, basterà pubblicare una nostra foto in costume su Facebook o Instagram accompagnata dagli hashtag #rivoluzionedicostume e #justmine. Entro il 31 agosto verrà scelta l'immagine più originale e la vincitrice sarà la decima protagonista di questa bella campagna.
E voi cosa ne pensate di questa bella iniziativa? Fatemelo sapere con un commento!
*Sara

[continua...]

Ma funziona sta roba? #8

Disclaimer: Benvenuti a "Ma funziona sta roba?", rubrica dedicata alla prova-per-voi delle ultime novità in fatto di make up.
Quando si tratta di trucco è sempre bene richiedere un high standard: il problema è che spesso in rete non si riesce a capire quanto le recensioni siano dettate dalle marchette selvagge e quando invece siano sincere.
Questa rubrica taglia la testa al toro: addio alle pressioni della lobby dei cosmetici!


Bentornati alla nostra magnifica rubrica sul make up!
L'estate è arrivata e abbiamo bisogno di prodotti leggeri e colorati: l'aria è già calda e soffocante, quindi la leggerezza e la freschezza devono essere le nostre parole chiave.
Andiamo subito a vedere i prodotti di oggi!


1. Dior Addict - Milky Tint  


Abbiamo già avuto modo di trattare il make up firmato Dior, esaltandone le qualità.
Oggi vi parlerò del fluid stick, che ho scelto nella versione rosa Milky Pop n. 376 (come da anteprima).
A differenza degli altri gloss, questo fluid stick non crea l'effetto colloso - appiccicoso, rimanendo anzi piuttosto fluido senza appesantire le labbra: tale proprietà è giustificata dal fatto che il gloss non contiene cera ma è anzi a base di acqua.
Altra peculiarità del prodotto è quella di fornire una colorazione che si adegua al colore naturale delle labbra: il colore (nel mio caso un rosa abbastanza vivace) non ha un effetto di copertura, ma anzi si adegua e rende brillanti le labbra. L'effetto wet non è così evidente, e questo lo rende più elegante e discreto rispetto a tanti altri gloss.
Chiaramente la leggerezza del prodotto ne comporta quasi automaticamente - come se fosse un effetto collaterale - la non lunga durata: se state cercando un prodotto a lunga durata, quindi, questo non è il prodotto che fa per voi. Lo consiglio invece a chi preferisce una colorazione naturale o comunque meno vistosa di un normale rossetto.


2. Rimmel London - Super Curler Mascara 24H Extreme Black



Il super curler concilia le proprietà del mascara a quello del piegaciglia, e ciò grazie alla spazzolina leggermente incurvata e dalle setole morbide (prezzo 12,20 euro).
Il punto forte di questo mascara è sicuramente la durata, rispettando quasi fedelmente la dicitura "24 ore" (NB: 24 ore non lo so, ma sicuramente tiene bene almeno per 12 ore). 
L'unico lato negativo del prodotto è la tendenza a creare grumi: la spazzolina ha le sete morbide, e come ormai ben saprete (se siete attente e leggete la rubrica) per ottenere una pettinatura ciglia per ciglia sono preferibili le setole rigide.
In conclusione: se puntate alla durata del mascara, questo è il prodotto che fa per voi. Se invece preferite una definizione delle ciglia più ordinata e meno grumosa, meglio cercare altro.


3. Perlier - Elisir di Profumo "Fiori d'Arancio"


Perlier ha lanciato una serie di Elisir di profumi molto economici e molto valevoli.
Tra le varie fragranze disponibili troviamo il muschio bianco, fresia, iris blu, tiaré e tantissime altre: il prezzo è di euro 6,90 per il flacone da 100 ml.
Io ho scelto i Fiori d'arancio e devo dire di essermi trovata piuttosto bene. Molto fresco, l'ideale per l'estate: la profumazione è gradevolissima e non è affatto alcolica.
Caldamente consigliato come profumo da tenere sempre in borsetta, particolarmente indicato per le giornate estive.

E voi avete già avuto modo di testare questi prodotti?
Fatemelo sapere con un commento qui sotto!
Baci,
-Ste

[continua...]

You can leave your hat on - Royal Ascot 2016

Buon pomeriggio!
Da due anni a questa parte ormai è consuetudine per me dedicare un articolo a questo famosissimo evento di alta classe, Royal Ascot.
Ormai lo sport in sé è passato in secondo piano, quello che cattura veramente l'attenzione è ciò che i partecipanti sfoggiano. Pensate soltanto alle cifre importanti che vengono spese per abiti e trattamenti di bellezza, si parla di circa 50 milioni di euro, numeri da capogiro per questo appuntamento mondano!
Era il 1711 quando la regina Anna d'Inghilterra decise che il terreno vicino al castello di Windsor sarebbe stato l'ideale per le corse di cavallo reali. Siamo nel 2016 e questa tradizione che riunisce l'alta borghesia inglese continua.
La scelta del cappello, diventato uno status symbol,  è sicuramente l'aspetto che più incuriosisce, c'è addirittura chi ordina un anno prima il copricapo da indossare.
Più il cappello è originale ed appariscente e più il messaggio che passa è quello di una donna dalle nobili origini, e questo succedeva persino in epoca elisabettiana.
Anche la regina Elisabetta II ama presenziare a questo evento e per l'occasione sfoggia mise impeccabili. Pensate che nella patria degli scommettitori viene fatto un toto sondaggio sul colore che Sua Maestà indosserà.
Insomma, alta è l'attenzione su Royal Ascot e tutto ciò che circonda questa incredibile kermesse.
Cosa ne penso io? Che ho un debole per questi deliziosi cappellini inglesi e che spero prima o poi di possederne uno.
Neanche a farlo apposta, il mio preferito è quello indossato dalla duchessa di Cambridge. Della mia amata Kate ho adorato anche l'abito bianco traforato di Dolce & Gabbana, adoro il suo stile bon ton!
Vi presento quindi una bella e stravagante selezione di cappelli indossati pochi giorni fa:
































Questo cappello invece è stato realizzato da Marc Patisserie ed è interamente in cioccolato fondente. 
Il mio preferito


Concludo lasciandovi con gli outfit indossati per l'evento:











Quale cappello e outfit avete preferito? Fatemelo sapere con un commento!
*Sara

[continua...]