L'edicola di TDM - #18 April

Aprile, dolce dormire! Ma quanto è vero questo modo di dire? Capita anche a voi di sentirvi più stanche del solito e di avere attacchi di sonnolenza? Spero di non essere la sola!
Però che bello queste giornate con il sole, il cielo limpido e distese di fiori colorati! Adoro!
Questo nuovo mese vuol dire soprattutto nuovo appuntamento con la nostra edicola virtuale, dove troverete le più belle copertine e le notizie più interessanti!
Let's start!

VOGUE NETHERLANDS - INE NEFFS, JULIA BERGSHOEFF, MAARTJE VERHOEF 
HARPER'S BAZAAR CHINA - RIHANNA
VOGUE PARIS - CHARLOTTE CASIRAGHI
VOGUE MEXICO - CATHERINE McNEIL
ELLE BRAZIL - DEVON WINDSOR
ALLURE - JULIANNE HOUGH
HARPER'S BAZAAR ESPANA - ISABELI FONTANA
VOGUE UK - GEORGIA MAY JAGGER, CARA DELEVINGNE, SUKI WATERHOUSE
 VOGUE RUSSIA - NATASHA POLY
ELLE GERMANY - CAROLYN MURPHY
 HARPER'S BAZAAR GERMANY - AMANDA WELLSH
ELLE ITALIA - CAROLYN MURPHY
US MARIE CLAIRE - KERRY WASHINGTON
HARPER'S BAZAAR AUSTRALIA - SHANINA SHAIK
US GLAMOUR - NATALIA VODIANOVA

Avete scelto le vostre copertine preferite? Intanto che ci pensate, vi propongo le notizie fashion del mese!

Adidas ha citato in giudizio nientepopodimeno che Marc Jacobs, per quella che potremmo definire "la guerra delle strisce". Nel mirino vi sono alcune maglie della collezione 2014 dello stilista americano; vi sarebbero infatti alcuni dettagli che richiamano le bande parallele, simbolo del brand tedesco. Secondo i legali del marchio sportivo, queste creazioni potrebbero confondere e far credere che i capi siano prodotti e autorizzati dall''Adidas. Chissà cosa deciderà la corte! Intanto lascio la parola a voi!












Zoolander 2 sta catalizzando l'attenzione di tutto il mondo, tranne... Provate ad indovinare! Eh sì, proprio lui, il Kaiser Karl! Ecco cos'ha rivelato in un'intervista: "Non mi è piaciuta l'apparizione di Ben Stiller e Owen
Wilson da Valentino." e ancora: "Non voglio essere nel film! Mi volevano nel loro film, ma io non sono un attore!". Insomma, Lagerfeld va sempre controcorrente!










Restando in tema Karl, Chanel ha lanciato una collaborazione con Net- A- Porter. Si tratta di una collezione di gioielli nominata Coco Crush. In totale sono sei pezzi: cinque anelli e un braccialetto (in oro giallo e bianco, 18 carati) disegnati dallo Studio of Creation di Chanel.






Charlotte Olympia ha lanciato due nuove linee: quella delle sneakers e la collezione speciale ABC. "Era il momento giusto per una nuova sfida. Le Converse erano le uniche scarpe che contrapponevo alle mie. Quindi volevo creare una mia scarpa da ginnastica, aggiungendovi elementi caratteristici del brand". Per quanto riguarda la collezione ABC, si tratta di stickers in pelle da usare per poter personalizzare le scarpe.
Laila Naim (5anni) è la prima modella pakistana per Burberry.
McDonald's ha lanciato la sua prima collezione di moda. (E ora Moschino come reagirà?) Gli indumenti, tra cui tute, felpe e impermeabili, sono ricoperti da stampe di Big Mac. Senza Mc Chicken io non ci sto, sapevatelo!
La modella Brinx Wilton ha collaborato con Superga e la collezione uscirà per il prossimo autunno/inverno. Io intanto vi mostro qualche anticipazione, voi fatemi sapere se vi piace questa linea!
Continuando con il tema clazature, Ferragamo ha lanciato la Ballerina Shoe, ispirate alle ballerine create per Audrey Hepburn nel 1954. Le scarpe sono disponibili in più varianti: vernice, suede, nappa e nei colori rosso Ferragamo, Oxford blue, New Iris, Macaron e New Bianco Ottico.
E' H&M l'azienda più etica del mondo, podio conquistato per il secondo anno consecutivo. Secondo Etisphere, il marchio è stato in grado di maritare pratiche commerciali etiche e ottime performance aziendali, ottenendo così questo considerevole riconoscimento.
E ora gli accessori del mese:
Piaciuta l'edicola di questo mese? Fatemelo sapere con un commento!
*Sara 

[continua...]

Spoof: The Normal Side of Fashion

Buon pomeriggio, cari amici!
Come state? Io vi scrivo in condizioni pessime: ieri sono stata a Bologna (una delle città che amo di più, insieme a Roma e Torino) e ho camminato per chilometri tra chiese, monumenti, vetrine e varie&eventuali!
(Peraltro non so se avete mai visitato la Torre degli Asinelli: 498 scalini in salita e 498 in discesa = mortecerta)
Ciò che più amo in Bologna è il generale clima di serenità e la varietà in ogni singola cosa: nel cibo, nella musica, nello stile e soprattutto nelle persone.
Ho visto facce, stili di abbigliamento e modi di vivere molto diversi, senza alcuno snobismo di fondo.
Insomma, mi sono divertita un sacco e ho assaporato, al cento per cento, "l'importanza di essere se stessi" nel vissuto quotidiano.
Su questo tema di sta concentrando anche la moda: negli ultimi tempi stiamo assistendo ad una vera rivoluzione nell'ambito fashion, vuoi per la campagna contro l'anoressia e l'apertura verso la moda curvy, vuoi per la scelta di modelle "non convenzionali", vuoi per l'esaltazione dell'imperfezione che ci rende così straordinari (ognuno a suo modo).
Potrei citarvi ventimila iniziative di questo tipo (e del resto ne abbiamo parlato più volte in questo blog). Oggi però voglio concentrami su "Spoof", la campagna-parodia della fotografa di Nathalie Croquet che reinterpreta le pubblicità delle grandi case di moda usando soggetti "comuni".
Dimenticatevi modelle perfette e, il più delle volte, esaltate grazie a photoshop: qui si parla di "everyday women", con il viso segnato dalle rughe o dalle difficoltà della vita, con qualche chilo in più e con delle caratteristiche tipiche del genere femminile.


Nathalie Croquet è una fotografa di moda femminile, abituata a certi canoni di bellezza (bellezza che, lasciatemelo dire, è fin troppo lontana dal tipo medio di donna). Per gioco, durante le pause dal proprio lavoro, la Croquet ha deciso di reinterpretare le campagne pubblicitarie più famose "umanizzando" i soggetti, facendo diventare virale il suo progetto in pochissimo tempo.
"To spoof", infatti, vuol dire "parodizzare": inizialmente l'idea è nata con un senso comico, di parodia per l'appunto. Ma come spesso accade è nello scherzo che si nascondono i migliori spunti di riflessione, e in questo caso ci dimostra di come la moda possa avvicinarsi alla gente utilizzando modelle meno eteree e perfettine.
Questo è quello che è emerso da "Spoof": 


 

















Insomma: che diamine ci faccio con una modella drammaticamente figa senza nessuna imperfezione? Come faccio ad empatizzare con quello che mi si vuole vendere (per di più a caro prezzo) se il riferimento è qualcuno che il più delle volte è così "alterato" da non riuscirmi ad identificare?
Lo so che uno dei meccanismi più forti della pubblicità è il processo di "identificazione-emulazione", ma credo che ormai ci siamo un po' tutti rotti le palle di modelle ventenni che commercializzano creme antirughe, modelle taglia 34 che sponsorizzano creme anticellulite e modelle già fighe che indossano vestiti fighi rendendole ancora più fighe. Mica siamo così imbecilli, dai.
Piuttosto fatemi vedere una imperfetta come me che indossa un vestito che la rende splendida. State sicuri che facendo così non solo compro il vostro prodotto, ma lo compro in tre versioni diverse.


Se volete qualche informazione in più su Spoof, vi lascio con il link del sito web ufficiale e con il link dell'account Instagram dell'autrice.
Come sempre ci tengo a sapere che cosa ne pensate, quindi lasciatemi un commento qui sotto!
Baci,
-Ste

[continua...]

Chic for Cheap #22

Buongiorno e ben ritrovati alla rubrica che non vi costringerà a scegliere tra l'essere alla moda e il dover pagare l'affitto (o meglio: il canone di locazione!): Chic for Cheap!
In questi giorni, dall'altra parte del mondo, si tiene uno degli eventi più famosi ed amati da parte delle celebs: trattasi del Coachella Festival, ovvero l'occasione in cui vip e ricconi giocano a fare gli alternativi e vanno a ad assistere a concerti ed eventi vestiti da finti straccioni-pseudo figli dei fiori (il tutto rigorosamente Chanel, intendiamoci). 
Anche noi comuni mortali possiamo immedesimarci nello stile Coachella, saldi nel nostro irresistibile stile e buongusto!
Ecco quindi le nostre proposte cheap ispirate al Festival:


GONNA DRAPPEGGIATA - H&M (euro 29,99)

MAGLIONE TRAFORATO - BERSHKA (24,99euro)

 PANTALONI LARGHI - H&M (euro 49,99)

JEANS GIRLFRIEND CON STRAPPI - BERSHKA (39,99 euro)
VESTITO PEACH - TALLY WEIJL (euro 29,95)
VESTITO DENIM CON VOLANT - BERSHKA (29,99 euro)
TOP PEACE - TALLY WEIJL (euro 8,95)

TOP CON FRANGE - BERSHKA (24,99 euro)

MANTELLO TRICOAT - STRADIVARIUS (euro 17,95)
CAPPELLO - MANGO (19,99 euro)




E come sempre vi invitiamo a farci sapere che cosa ne pensate con un commento qui sotto!
Baci,
Ste&Sara

[continua...]