Dress Like A Model - White Jeans

Bentornate, come state?
Il post di oggi è dedicato ad uno dei trend di questa stagione, e ho pensato di scriverne in rapporto ad una delle mie rubriche che ho un po' trascurato. In questo modo conto di darvi qualche consiglio e qualche spunto da cui trarre ispirazione.
Chiunque ha almeno un paio di jeans nell'armadio, che siano skinny, strappati, boyfriend (...non li nomino tutti), ma cosa dire dei pantaloni denim bianchi?
Sicuramente sono perfetti per la stagione primaverile (qui ancora il tempo è incerto), ma si possono indossare anche per le serate estive (con l'abbronzatura risalteranno!).
Personalmente ne apprezzo molto la versatilità, infatti credo siano adatti da indossare durante il giorno, ma anche alla sera. L'importante è saperli abbinare e considerare il risultato che si vuole ottenere: magari indossarli con i tacchi per una versione più chic, oppure con delle sneakers o slip-on per un look più sportivo.
Le combinazioni cromatiche poi sono infinite, considerato che stiamo parlando di un colore neutro: possiamo optare per un total white, sono poi perfetti con una tee nera, con una camicetta dalla stampa particolare, con degli accessori dalle tonalità accese...insomma, potete veramente sbizzarrirvi!
Solo una cosa vi dico: attenzione alla biancheria intima che indossate! Siamo nel 2015 ma ancora esistono specchi di legno, e quindi mi tocca ripetere che l'intimo nero sotto ai jeans bianchi non contribuisce a dare di voi una bella immagine. Fate sempre caso al grado di trasparenza del tessuto!
Potevano le modelle, coloro che spesso sono considerate fashion icon, restare indietro? Ma certo che no! E quindi di seguito vi mostro un'accurata selezione; Doutzen Kroes ha indossano i white jeans proprio durante gli eventi di Cannes.

Doutzen Kroes 
(Mother jeans)


Alexa Chung (Vogue tee, jeans Adriano Goldschmied, ballerine Carven)
Sicuramente una white jeans addicted è Miranda Kerr, molteplici sono le sue combinazioni:
 (Frame Le Skinny Jeans in Blanc)
(Mango Skinny Jeans)
 (Stella McCartney)
(Mango Super Slim Skinny Zip White Jeans)

 
Candice Swanepoel
(AG Adriano Goldschmied)

(Rag & Bone skinny jeans)
Adriana Lima
Gisele Bundchen: Rag & Bone jeans
Alessandra Ambrosio
 (J Brand Jeans)



Karlie Kloss
Un'altra fanatica dei jeans bianchi è Jessica Hart. Lei li indossa con tutti i tipi di scarpe, persino con le ciabatte!



Joan Smalls
A me piace moltissimo il total white (che trovo veramente chic), mentre trovo perfette entrambe le versioni (sportiva e elegante). Tra le modelle, le mie preferite sono Miranda Kerr e Candice Swanepoel.
A voi piacciono questi jeans? Quale stile preferite? E come vi piace indossarli? Fatemelo sapere con un commento qui!
*Sara

[continua...]

Ma funziona sta roba? Make up #1

Buongiorno e buona domenica, cari lettori!
Oggi partirà una nuova rubrica con cadenza alquanto incerta (dipenderà molto dal vostro gradimento e, soprattutto, dalla mia volontà&costanza - namobbene, allora): Ma funziona sta roba?


Come sempre ringrazio il buon Roy Lichtenstein per farmi usare le sue splendide opere per i miei banner.
Mi chiedo perché non mi abbia già fatto causa (forse perché è morto? Ahr Ahr! Ok, la smetto).
"Ma funziona sta roba?" è una rubrica dedicata alla prova-per-voi delle ultime novità in fatto di make up, argomento che spesso trattiamo nel blog.
Quando si tratta di trucco è sempre bene richiedere un high standard: il problema è che spesso in rete non si riesce a capire quanto le recensioni siano dettate dalle marchette selvagge e quando invece siano sincere (fatta eccezione per il blog di Clio MakeUp, che talvolta stronca senza tanti rimorsi).
Questa rubrica taglia la testa al toro: i prodotti che esaminerò sono tutti pagati di mia tasca, senza pressioni della lobby dei cosmetici (?).
Oggi tratterò di due recenti acquisti: il correttore CC Max Factor per occhiaie e il mascara Lash Sensational di Maybelline.


Max Factor CC Colour Corrector - Under Eye Circles


Max Factor, da qualche mese, ha introdotto una serie di correttori colorati adatti ad ogni tipologia di problema epidermico (idea che abbiamo visto anche da KIKO qualche anno fa).
Il verde è dedicato ai rossori, il rosa alla correzione di macchie scure (nella versione dark e light), il blu alle opacità, il beige ha la funzione di illuminante e l'ultimo, di cui andrò a parlare, dedicato alla correzione delle occhiaie.

CC under eye circles - euro 10,00 (BeautyStar)

Non so voi ma io ho un serio problema di occhiaie. Sono anni che sto cercando un correttore decente e forse, ma solo forse, stavolta l'ho trovato.
Questo correttore si mostra molto compatto ed ha una tonalità biancastra (e ciò per fare da contrasto al colore scuro sotto gli occhi). Se avete una carnagione olivastra bisogna applicarne veramente poco, altrimenti correrete il rischio di far risaltare le parti bianche ottenute con l'applicazione.
Se invece siete pallide come me, nessun problema: chiaramente non bisogna esagerare con l'applicazione (tant'è vero che sarebbe meglio sfumare leggermente il prodotto con le dita o con un pennellino). Molto importante è il fondotinta che si andrà a sovrapplicare: in questo caso consiglio un prodotto semi-compatto, come Miracle Touch (sempre di Max Factor). Sconsiglierei l'uso di fondotinta compatti mentre rimango in dubbio sui fondotinta liquidi.

Miracle Touch - euro 14,90 (Beauty Star)
Chiaramente se avete delle occhiaie profonde non potete aspirare al miracolo, tuttavia questo correttore può veramente darvi una mano. Quindi questo prodotto lo promuovo!
Per ora sono soddisfatta e credo che proverò anche la versione verde per i rossori: vediamo cosa ne verrà fuori...


Maybelline New York - Lash Sensational



Lash Sensational è una delle ultime novità Maybelline New York nella categoria mascara.
L'importanza è non solo nella consistenza del prodotto, ma anche nel pennellino ergonomico: la parte anteriore, con setole più lunghe, serve ad applicare il mascara sulle ciglia principali mentre la parte posteriore, con setole più piccole, è dedicata a quelle ciglia ancora in fase di crescita (oppure per quelle della palpebra inferiore).
Lash Sensational - euro 13,00 circa (CAD)


Inizialmente ero indecisa tra l'acquisto di questo prodotto e il mascara "Miss Manga" di L'Oréal.
La differenza sta (quasi) tutta nel pennellino: mentre Miss Manga crea più facilmente dei grumi, il pennellino di Lash Sensational ha setole più strette e rigide e permette la definizione di ogni singola ciglia. 
La durata è ottima: siamo intorno alle 12 ore e credo anche qualcosa di più.
Non è waterproof, quindi attenzione!
L'unica "nota dolente" riguarda l'irrigidimento delle ciglia: poiché si tende a dare un grande volume alle ciglia, nelle prime applicazioni avrete la sensazione di avere la palpebra superiore un po' appesantita.
Evitate di applicarlo più volte al giorno: ne basta una, al massimo due (altrimenti avrete un vero irrigidimento e una sensazione quasi collosa).
Lash Sensational è un prodotto potente e credo che lo acquisterò ancora: la moderazione nell'applicazione, ovviamente, è il concetto chiave.

Per oggi chiudiamo qui questa rubrica! Avevate già provato questi prodotti?
Fatemi sapere che cosa ne pensate con un commento qui sotto!
Baci,
-Ste

[continua...]

Speciale Recensioni Poracce: Zoolander

Ben ritrovati, amici!
Oggi tralasciamo nuovamente Chic for Cheap (perché facciamo un po' quello che ci pare, sostanzialmente) e dedichiamo questo sabato ad uno speciale di Recensioni Poracce!


Qualche tempo fa, nella pagina fan del blog su FB, avevamo parlato del cameo di Ben Stiller e Owen Wilson alla sfilata di Valentino: tutti, ma proprio tutti, avete capito il riferimento al film Zoolander (in cui il mitico duo interpreta una coppia di modelli scemi, ma super adorabili!).


Avete accolto questa comparsa (destinata a promuovere Zoolander 2, che uscirà nei primi mesi del 2016) con un entusiasmo irrefrenabile. E quindi perché non dedicare uno special a questo film?
Per farlo ci siamo avvalse della collaborazione di un validissimo cinefilo, ovvero Marcolino (che cogliamo l'occasione di ringraziare!).
Godetevi la recensione!


"Sospetto che ci sia altro nella vita oltre ad essere bello bello in modo assurdo. E presto scoprirò anche che cos'è!"

Prima o poi sarebbe toccata anche a lui, a Derek Zoolander da cui il film Zoolander. 
Chi è Derek? E’ uno stravagante (meglio tradotto come scemo), ingenuo (meglio tradotto come cretino) ma simpatico e bonaccione modello divenuto famoso nel settore della moda grazie alla sua espressione chiamata blue steel.



Lui è uno di quelli “belli belli” come direbbe lui stesso, la cui bellezza gli ha spianato la via per il successo ed in questo senso il film è la parodia non solo della moda ma anche e soprattutto dei modelli stessi che la interpretano fissati come sono col proprio aspetto e col proprio ego.
A dar vita al personaggio ci pensa Ben Stiller che con le sue buffe smorfie riesce a divertire solo guardandolo in faccia. Forse il film però punta un po’ troppo solo su questo e per la prima oretta per certi versi annoia. Ma si punta anche sulle esagerazioni della moda e sulle sue parodie. In effetti qualche trovata “geniale” c’è… Derek è sdraiato sul lettino per un massaggio fatto da una bruttona inguardabile! Intendiamoci, non che io mi senta una divinità scesa in Terra…ma giudicate voi stessi!



…e quando si trova in posizione supina le risate miste ad un inevitabile e divertente imbarazzo sono dietro l’angolo! Alleghiamo una scena che vi farà capire l'idiozia generale del film: come potete vedere, Derek è, in maniera del tutto disinvolta, in piena erezione sotto un lenzuolino (ok, per la verità sembra quasi un bazooka NdR) ed è in grado di schivare le manate della sensuale (si, come no) massaggiatrice.



Poi un’altra trovata geniale secondo me è stata la parodia di 2001 Odissea nello spazio. Ricordate questa scimmia? 


Ecco, ora guardate un po’ qui e ditemi voi se non è fantastico...



I due idioti (si, c’è anche Owen Wilson nei panni di un altro modello) nel tentativo di accendere il computer si riducono ad essere due scimmie su una scrivania. La colonna sonora di 2001 Odissea nello spazio parte inevitabilmente sullo sfondo…
Una cosa più che azzeccata sta nel doppiaggio italiano. Pino Insegno dall’alto della sua onnipotente esperienza riesce a conferire una voce stridula e da perfetto imbecille al cattivo e malvagio stilista Mugatu (Will Ferrell).
Che altro dire sulla pellicola? Credo di aver detto tutto ciò che di degno c’è per una pellicola del genere, sempre se di “degno” si può parlare in qualche modo perché qui l’unico obiettivo è quello di fare gli idioti.
Voi che ne pensate? Lasciatemi un commento qui sotto!

Se il film non lo avete ancora visto, dato un’occhiata alla guida tv del giorno e in caso mettetelo in programma per stasera.



Insomma, Zoolander è un film chiaramente comico ma con qualche (vago) spunto di riflessione: la moda che sceglie modelli "belli belli" (cit.) ma drammaticamente stupidi, la competizione spietata del mondo del fashion e, soprattutto, le luci della ribalta che possono spegnersi da un momento all'altro, facendoti passare da VIP a meteora in pochissimo tempo.
Come sempre vi abbracciamo e ci rivediamo alla prossima recensione!

[continua...]

L'edicola di TDM - #19 May

Buon mercoledì e bentornate! Come state? Qui da me piove, ma fino a ieri c'era un caldo atroce (come se fossimo già ad agosto), e io non credo di farcela! Anche da voi le temperature sono così pesanti?
Oggi torna l'appuntamento mensile con la nostra rubrica, l'edicola più aggiornata del web! Queste cover di maggio vedono il dominio delle attrici e modelle bionde, ma non mancano anche le more! In particolare, vi faccio notare la doppia presenza di Kate King, modella apprezzatissima da Dolce & Gabbana.
Un altro fatto che voglio sottolineare è il ritorno di una modella di colore sulla copertina di Vogue Paris, infatti era dal 2011 che non accadeva ciò. Incredibile, non trovate?
La cover con cui ho aperto la rubrica, invece, l'ho voluta dedicare alla splendida Gisele, la modella che resterà per sempre nella storia della moda e che a malincuore ha appeso i tacchi al chiodo (noi ve lo avevamo annunciato tempo fa, non credendo alle smentite!). Vogue Brazil così ne ha approfittato, e in un colpo solo ha celebrato i quarant'anni della rivista e l'addio della top model alla passerella. Tantissime le foto a lei dedicate, alcune veramente splendide.
 Allora cos'aspettate? Fatemi sapere le vostre copertine preferite!

VOGUE BRAZIL - GISELE BUNDCHEN
INTERVIEW - EMMA STONE
VOGUE ITALIA - KAYLA SCOTT
HARPER'S BAZAAR SPAIN - COSTANCE JABLONSKI
ALLURE - BLAKE LIVELY
VOGUE AUSTRALIA - ABBEY LEE KERSHAW & RILEY KEOUGH
HARPER'S BAZAAR BRAZIL - KATE KING
VOGUE PARIS - LIYA KEBEDE
VOGUE RUSSIA - EMILY DIDONATO
US HARPER'S BAZAAR - ANNA EWERS
ELLE ITALIA - KAROLINA KURKOVA
VOGUE CHINA - SASHA LUSS
UK HARPER'S BAZAAR - LUPITA NYONG'O 
VOGUE MEXICO - KATE KING
UK MARIE CLAIRE - JANUARY JONES

Giorgio Armani ha svelato un bozzetto della capsule collection "Spring Tartan". La palette cromatica vede trionfare i colori del grigio, del rosso e naturalmente del blu; nella collezione saranno presenti cappottini double, pantaloni, borse, top e gonne.


Ho il piacere di presentarvi "The Great Great Dress": novanta metri di stoffa e 200,000 piume dipinte a mano.

Alicia Vikander è il nuovo volto di Louis Vuitton. L'attrice ventiseienne e natia della Svezia, ha recitato per la prima volta in inglese tre anni fa, quando è stata scritturata per Anna Karenina. Vi piace questa scelta?
 La sorella di Alexander McQueen, Janet, ha rivelato che il fratello (di quindici anni più piccolo di lei) aveva subito violenze sessuali dal suo marito manesco. Gli abusi sono iniziati quando lo stilista aveva soltanto nove anni, ma Janet lo ha scoperto solo quattro anni prima della morte di Alexander.
"Quando me lo raccontò, fu uno shock. Com'è possibile che non mi fossi resa conto? Puoi immaginare di condurre una vita normale, e poi venire a conoscenza di una cosa così tanto terribile? All'inizio non potevo crederci. Mi sento in colpa, come potrebbe essere diversamente?".
Janet crede che il fatto che Alexander assistesse di continuo alle botte che il marito le riservava (due volte la picchiò talmente forte da farla abortire), influenzò il lavoro di McQueen come stilista, ispirandolo a vestire le donne in modo che la gente ne avesse paura.
"Se avessimo saputo che la sua dipendenza dalle droghe era a livelli talmente pesanti, avremmo fatto qualcosa. Tutti noi gli parlavamo della droga, ma era pur sempre un uomo di quasi quarant'anni. Lo avrebbe fatto comunque. Non voglio fare nomi, ma le persone conoscevano il suo stato mentale e la sua famiglia no...Sapevano dei suoi tentativi di togliersi la vita. Noi no.".
E' stato finalmente annunciato il nuovo brand che collaborerà con H&M, si tratta di Balmain. Ecco cos'ha detto Olivier Rousting, designer della casa di moda: "Come stilista, l’obiettivo principale per me è parlare alla mia generazione. H&M mi ha offerto la grande possibilità di far conoscere a tutti l’universo Balmain, partecipando al sogno di creare un movimento globale di aggregazione promosso con l’hashtag #HMBalmaination. È stata una collaborazione estremamente naturale: H&M è un brand con cui tutti entrano in connessione. Sostiene l’unità, un valore che anch’io sostengo strenuamente". E questi sono i primi look svelati in anteprima, indossati per l'occasione da Jourdan Dunn e Kendall Jenner. Dobbiamo aspettarci le interminabili file fuori dai negozi H&M?
Miuccia Prada è stata costretta a rimuovere una foto della campagna pubblicitaria per la primavera-estate 2015. L' Advertising Standards Authority ha giudicato l'immagine offensiva e ha accusato il brand di "trasformare le bambine in oggetti sessuali". In realtà va detto che la modella, Mia Goth, ha 22 anni (anche se sembra dimostrarne molti meno).
"La sua bocca socchiusa e il lenzuolo stropicciato rafforzano l’impressione che la sua posa sia concepita per essere sessualmente evocativa, sembra che lo spot trasformi la bambina in un oggetto sessuale".
 Marion Cotillard, considerata da molti una fashion icon, ha firmato un nuovo gioiello da mano della Greeen Carpet Collection di Chopard. La collezione di Marion si basa sugli opali australiani, lavorati in modo sostenibile. Il braccialetto è d'ispirazione d'Art Deco ed è costituito da più giri con diamanti e opali; è collegato, grazie ad una catenella, ad un anello impreziosito da un opale nero da 8,6 carati.
Jennifer Lawrence è la nuova testimonial Dior Addict Lipstick, insomma non si arresta proprio questo rapporto tra la bella attrice e la maison francese.
Per questo mese, date le numerose e importanti notizie, dovrete rinunciare alle tendenze del mese.
Fatemi sapere le vostre copertine preferite e cosa pensate di queste fashion news, vi aspetto!
*Sara

[continua...]