L'art de Louboutin - quando lo stile diventa arte

Miei prodi antisnobbini e antisnobbine,
buona domenica pomeriggio!
Non so come gira il tempo da voi, fatto sta che qui minaccia temporale. E mi pare giusto, perché dopo fantastiche giornate di sole cociente e cieli azzurri, adesso che ho finito gli esami è giusto che tempesti per il resto dell'estate.
Ma non mi dire.
Ad ogni modo sì, avete letto bene. Ho finito gli esami. Gioia et infinito gaudio, oh amici e amiche! Dopo le ultime fatiche, adesso la suddetta si concentrerà sulla propria tesi in Criminologia, ovvero "Arte e opportunità criminali".
E dato che non sento parlare di arte già abbastanza, il topic di oggi verterà proprio sull'arte: non temete, niente criminalità in mezzo. Vi illustrerò come la moda possa diventare arte e per fare ciò mi avvalorerò del contributo del Maestro Christian Louboutin e della sua strabiliante campagna pubblicitaria per la collezione Louboutin Autunno/Inverno 2011-2012.
Come ormai tutti ben saprete, Louboutin può essere considerato il guru della moda soprattutto per quanto riguarda le calzature: l'esclusività delle sue creazioni è la suola rosso scarlatto, segno particolare che opera come specifico simbolo di riconoscimento rispetto alle creazioni di tutti gli altri stilisti.
Le calzature di Louboutin - a detta dello stesso stilista - non sono semplici scarpe, ma un qualcosa di più. 
Solitamente noi marrani le scarpe le usiamo  per camminare, per correre quando siamo in ritardo a prendere la metro, o al massimo per spiaccicare qualche zanzara malefica o (peggio ancora) qualche ragno schifido.
E invece no. Noi, maledetti eretici, non abbiamo capito proprio NULLA sull'uso della scarpa.
L'idea di base del nostro Christian é che la moda, e in questo caso le scarpe, siano opere d'arte, dei veri capolavori che, in certi casi, NON devono essere usati per camminare o correre (questo è quanto dichiarato da Louboutin, riferendosi alle sue Fetish Ballet Heels).
Per confermare quest'idea, Louboutin ha avuto un'idea insolita per pubblicizzare la sua nuova collezione Autunno/Inverno 2011-2012: reiterpretare alcuni dipinti antichi, inserendovi come dettagli le sue creazioni grazie all'aiuto del famoso fotografo Peter Lippmann.
Il risultato é a dir poco spettacolare.



"Maddalena e la fiamma" (Georges de la Tour)  - Reinterpretazione: stivaletti Puck.
 



"Ritratto di una nera" (Marie-Guilleme Benoit) - Reinterpretazione: stivaletti Balda.


"Elisabetta di Austria" (Francois Clouet) - Reinterpretazione: scarpe Madame au Pigalili gold spiked platform, clutch Catalina sequined.





"Santa Dorota" (Francisco De Zurbaran) - Reinterpretazione: 8 Mignons purple sandals. 







"Ritratto di una ragazza" (Jean Baptiste-Camille Corot ) - Reinterpretazione: Halte black patent shoe. 




 "Marchesa D'Antin" (Jean-Marc Nattier) - Reinterpretazione: borsa a tracolla Artemis shoulder feathered bag.


Una preview della nuova collezione geniale e raffinata, a mio parere.
A quanto pare, non si tratta più di una mera questione di moda o di tendenza: lo stile diventa una parte integrante di un qualcosa di più complesso, di artistico. 
Insomma niente più dipinti alle nostre pareti, ma scarpe. E guai a voi, amici e amiche, se solo osate pensare di indossarle: sarebbe come mettersi un Van Gogh addosso.
Ma al di là delle brillanti e non convenzionali idee di Louboutin, comunque, dobbiamo tornare proprio con i piedi per terra (mai affermazione fu più appropriata al caso). Che senso avrebbe, infatti, acquistare un paio di scarpe per poi non poterle indossare, se è proprio quello lo scopo primario per cui sono state create?
La moda sta diventando da un qualcosa che ci appartiene, a un qualcosa di etereo che ci sovrasta? 
Stiamo diventando noi stessi gli accessori dei nostri accessori?
Per quanto mi riguarda, penso che le scarpe (così come gli altri accessori) siano anche più di meri oggetti, indipendentemente che siano firmati Louboutin o meno. Ma non dobbiamo scordare che la vera opera d'arte, in ogni caso, siamo noi che li indossiamo.
Baci artistici,
-Ste





1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Grazie per la visita e il commento!