Pelliccia? Preferisco andare nuda

"Non vestirti di cadaveri". 
Così ho deciso di aprire il mio post, cari antisnobbini/e. 
E non potevo che scriverlo nel Fur Free Day, la giornata mondiale contro le pellicce.
Da Milano a Hollywood il coro è unico e lo stesso: fermiamo la mattanza degli animali per il vostro ego smisurato, per un capriccio o per stupida vanesia.
Vi fa sentire orgogliose e fighe indossare innocenti creature, che hanno subito i peggiori trattamenti, per poi terminare la loro vita scuoiati? 
Sul vostro corpo il loro sangue.
La vostra indifferenza uccide, chi acquista una pelliccia ha sulla propria coscienza la vita di una o più indifese creature. 
Assassini.
Sono tanti i vip nostrani che si muovono in prima persona attraverso la PETA, come Elisabetta Canalis (una delle più attive, a dir la verità), che attraverso Twitter continua ad alzare la voce contro questo scempio.
Ricordo quando realizzò dei manifesti che pubblicizzavano la campagna della "People for Ethical Treatment of Animals", in cui appariva senza veli. 
Nessuna novità per l'ex velina abituata ai calendari, ma lei stessa ammise che la nudità fa sempre parlare, riscuote grande attenzione e su questo puntava per far capire la brutalità di determinate pratiche. 


"I'd rather go naked than wear fur". 
Ma purtroppo nel nostro Bel Paese ci si focalizzò più sulla magrezza della Canalis piuttosto che sul lodevole messaggio.
I testimonial della PETA sono tanti, soprattutto all'estero, ma mi limito a citarne solo alcuni: Paul MacCartney, Alicia Silverstone, Bryan Adams, Joss Stone, Pamela Anderson, la bellissima Eva Mendes, e per ultimo e meno importante (per le fans: si scherza ;D) Justin Bieber.


Gli slogan scelti sono sempre ad effetto, come quello che campeggia sul manifesto che vede posare Justin Gaston e Benjamin Elliot nudi avvinghiati alla modella Giglianne Brag: "If you need fur to keep warm, you've got problems" ( se hai bisogno di una pelliccia per tenerti caldo, hai dei problemi).
Anche la cosa del calore necessita di smentita. 
Coloro che giustificano il loro folle acquisto con frasi tipo "Ci ho speso mille euro (ma sarebbe lo stesso, anche se pagata un euro) perchè fa troppo freddo e almeno mi tiene caldo", dicono solo falsità. 
Perchè esistono anche le eco pellicce e quelle sintetiche, che sono calde e morbide allo stesso modo. 
E nessun animale muore per questo, nessun omicidio. 
Scommetto che anche Kim Kardashian l'aveva comprata per riscaldarsi...


Oltre che per il divorzio lampo, sta facendo discutere anche per l'utilizzo di questo vestiario, che pare possedere in molteplici modelli. 
Gli animalisti sono insorti e esporranno un cartellone con la sua immagine e accanto due piccole volpi, con il messaggio: "Kim, these babies miss their mother. Is she on your back?".
La vicepresidente della PETA ha affermato che la Kardashian ha anche visto il video di denuncia ma nonostante questo, continua ad indossare le pellicce come se niente fosse.
Ma probabilmente la signorina non ha visto quanto esporrò qui sotto.
Questo video che su youtube non ci fanno vedere, mi ha fatto stare malissimo. E' quello che combinano i signori cinesi normalmente ed è di una crudeltà e atrocità tremenda, tanto che non sono riuscita a finirlo. A titolo informativo, purtroppo ad oggi in Cina non esistono leggi per la tutela degli animali, quindi questi malati possono continuare ad agire come se niente fosse. Io spero che un giorno avranno una morte del genere, in attesa che questo avvenga vi consiglio di firmare anche voi la petizione della PETA.
Per chi non riuscisse a guardare il video, sappiate che si vedono dei poveri animali torturati vivi, con i colli spezzati da coscienti.
Chissà se quelle che camminano fiere a testa alta nelle loro pellicce, noncuranti di quello che hanno sopportato proprio queste creature che hanno addosso, avranno lo stomaco forte per vedere il filmato ma probabilmente saranno solo delle codarde insensibili.

Ma qualcuna di sana nella famiglia Kardashian c'è e si tratta della sorella Khloe, che ha dedicato anima e soprattutto corpo alla causa, posando nuda.
E allora, forza Khloe, redimila tu! 


Fermiamo questa mattanza, fermiamo il maltrattamento su cani, gatti, foche, cincillà, volpi e tutti questi animali innocenti perchè è impossibile rimanere impassibili a certe scene.
E tu indosseresti mai del sangue e delle ossa? Indosseresti mai pelle scuoiata e lamenti strazianti di creaturine indifese?  


*Sara

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Grazie per la visita e il commento!