Tutti pazzi per Desigual (tranne una!)

Rieccomi! E dai ammettetelo che avete sentito la mia mancanza :D
Come sono andate queste feste e cosa avete ricevuto di bello?
Io ho avuto la fortuna di poter andare dal 16 al 19 dicembre a Parigi con il mio ragazzo, un sogno! *-* Stupende le vetrine di Chanel, non ricordavo così bella quella città!
Ma torniamo a noi: il tanto agognato primo post del 2012!!
Sono venuta a conoscenza dell'esistenza di Desigual due anni fa attraverso la TV, grazie ai vari siti Internet e ai blog delle fashioniste, completamente impazzite per il brand spagnolo.
Si tratta di un marchio fondato a Barcellona, che comprende abiti, accessori e anche intimo per donna, uomo e bambini. 
La particolarità sta nel fatto che sono capi caratterizzati da stampe molto colorate, piene di richiami floreali, scritte, graffiti, incorporati attraverso l' uso di tecniche simil patchwork.


Difficilmente troverete pezzi monocromatici nella collezione, basta farsi un giro sul  sito  per vedere che è difficile  impossibile. 
Non si risparmiano nemmeno nella biancheria intima, dove è un continuo di forme geometriche varie, di scritte, di sole, cuore, amore..ah no, scusate quella era una vecchia canzone.. 
E vi giuro, che in qualsiasi sezione girovagassi, non sono riuscita a trovare una singola cosa che comprerei.. Impazzisco per gli accessori, anche quelli particolari e un po' stravaganti (mi piace l'abbinamento per staccare da un semplice tubino) ma niente che mi abbia colpita, sia che si trattasse di borse sia di bigiotteria. Ad esempio, parliamo di questa borsa:
Prezzo: 34 euro.
Sul corso a Pisa ne ho vista una similissima, stesso motivo, stessa fattura a mano. Dove? su una bancarella indiana, che ti portavi a casa con 7 euro.
E che dire di questi leggings? 


Già che la maggior parte delle ragazze non sa indossarne un semplice paio nero, figuriamoci l'accozzaglia che sarebbero capaci di creare con questi pantacollant psichedelici.
Ma non è tutto, perchè dovrei impazzire per un reggiseno con tre scritte a 44 euro o un perizoma bianco semplice con un cuore a 20 euro, quando per capodanno con meno di 40 euro da Yamamay mi sono comprata un intero completino?
Non ho fatto la ressa per Versace per H&M, figuriamoci se mi spoglio e faccio la fila per acquistare queste cose. 
Anzi, piuttosto, ai cortesi signori della Desigual proporrei che sotto lauto compenso, mi faccio regalare tutto quello che vogliono. 
Ma senza mostrare le mie chiappe però eh ;D
Come pro, riconosco il fatto che si tratti di un brand giovanile, in continua espansione e rinnovamento,dalle iniziative originali (a cui, ribadisco, personalmente non prenderei mai parte!).
Del passato recente ricordo il Kiss Tour e ovviamente l' "Entra casi desnudo, Sal vestido". Se quest'ultimo slogan non fosse chiaro, ecco come funziona: i primi cento che si fossero presentati in mutande davanti al negozio, sarebbero usciti vestiti Desigual gratis. 
 Ma ne vale veramente la pena? Voi lo fareste? Vi spogliereste per tre cerchi e una scritta? Di sicuro sono riusciti nello scopo di farsi pubblicità, già che in Italia siamo venuti a conoscenza dell'esistenza del brand spagnolo soprattutto grazie a questa trovata.  
Oggi da noi è arrivato a contare da più di 300 tra venditori ufficiali del marchio e negozi e i dati del fatturato parlano da sè.
Ma basta farsi un giro nella rete per accorgersi che non è "tutto oro ciò che luccica": sulla pagina ufficiale di Desigual c'è chi ha esposto le proprie lamentele riguardo le taglie ma anche la qualità. 
1. Le misure dei pantaloni arrivano fino alla 44, non accontentando così tutti i target. Da qui si sono alzate le critiche delle ragazze più in carne, che hanno inveito contro il solito sistema.
2. Sulla bacheca del brand si trovano diversi post, in cui i clienti esprimono la non soddisfazione degli acquisti. 
C'è, ad esempio, chi scrive di aver comprato una borsa da 94 euro e in meno di 15 giorni questa si è sfilacciata completamente. 
Oppure c'è chi passa ai fatti, mostrando le foto del maglioncino scucito. 
O ancora chi parla di colori che sbiadiscono solo dopo pochi lavaggi.
Insomma il rapporto qualità-prezzo non sembra dei migliori. 
Voi avete avuto esperienze simili?
Cosa ne penso io? Che nella mia "pacchianità" preferisco eccedere con accessori e scarpe, piuttosto che vedermi allo specchio e spaventarmi, trovandomi di fronte a un clown vestito di tappezzeria con incollati disegni, che mia cugina di sette anni renderebbe meglio. 
Un abbraccio psichedelico a tutti, augurandovi un felice e antisnob 2012.

*Sara 



4 commenti:

  1. My feedback: politica aziendale da schifo! Shit in it!

    RispondiElimina
  2. Nascondono prima dei saldi taglie centrali in offerta per poi vendere nei saldi ad un prezzo molto più caro!!! È paradossale! Fanno schifo! Negozio di Porta Nuova a Torino! Shit!

    RispondiElimina
  3. Hola! Vivo in Canaria da diversi anni e ti posso dire che qui la marca Desigual non è cosi agognata come in Italia, sempre ammesso che lo sia ancora ... A distanza di tempo ho acquistato due borse, sempre e solo a sconto, e tutte e due hanno avuto una pessima riuscita, il manico dopo un po' inizia a spaccarsi in vari punti e fili fili fili... Parlando dell'abbigliamento ci ho rinunciato, in quanto io sono minuta e mi ritrovo con gli stessi problemi di chi è in carne, tipo magliette taglie piccole hanno le lunghezze tipo gonnellina per non parlare delle maniche ... In due misere parole per la scarsa qualità dei loro prodotti i prezzi sono veramente e decisamente fuori da ogni luogo... che pena che pena...

    RispondiElimina

Grazie per la visita e il commento!