Tory Burch e "l'eleganza facile"


Salve, fedelissimi lettori e lettrici di TDM!
Prima di iniziare con il post di oggi, volevo rendervi partecipi di una novità che mi riguarda: di recente, ho iniziato a scrivere anche per il blog Serialmente non nei panni di fashion blogger ma di critica di serie televisive, sempre con la mia chiave ironica che ormai avrete imparato a conoscere leggendo i miei post.
Se avete voglia di leggere le mie idiozie anche lì, vi aspetto!
Detto questo, andiamo a cominciare!

Se siete delle grandi fans delle ballerine, ve le sognate la notte, le collezionate come francobolli e le preferite su tutta linea ai tacchi, un pezzo che non può mancare nel vostro armadio di fashionista sono un paio di ballerine di Tory Burch.


Tory Burch, giovane ed affermata stilista americana, rappresenta uno dei guru della corrente "Boho-chic", uno stile particolare del fashion che prevede l'uso di capi in stile bohemienne o hippy.
Se pensate che ciò significhi trasandatezza o trascuratezza, vi sbagliate di grosso: il boho-chic, così come pensato e realizzato, ha lo scopo di accostare l'eleganza più sofisticata alla semplicità, e Tory Burch rappresenta una delle massime promotrici dell' "eleganza facile" soprattutto per quanto riguarda l'uso della ballerina.
Da sempre la ballerina è un accessorio bistrattato per quanto riguarda la femminilità: la moda newyorkese, come racconta Tory nel suo blog, vive sui tacchi vertiginosi. Quale spazio può esserci, allora, per un accessorio comodo ma scarsamente considerato?


All'alba del 2004, quando la Burch fondò il suo impero, l'idea era di rivalutare la concezione della ballerina: non più un accessorio usato per "pigrizia" dall'indossare i tacchi, ma vero e proprio elemento di eleganza e stile, conciliando semplicità e comodità ad eleganza e portabilità.
E da queste premesse nacque la ballerina-simbolo per tutte le amanti del genere: la ballerina "Reva", in onore della madre di Tory, caratterizzata dal grosso medaglione-logo in argento.




Ma al di là di tutto questo, perché scegliere una ballerina di Tory Burch?


1 - L'eleganza - il grosso medaglione rende la ballerina molto sofisticata ed elegante, e rappresenta un vero e proprio elemento di riconoscibilità: una ballerina di Tory Burch, infatti, è subito individuabile. Ciò è stato apprezzato anche da parecchie star del cinema, tra cui Jennifer Lopez, Cameron Diaz, Oprah Winfrey nonché da Leighton Meester, attrice che interpreta Blair in "Gossip Girl" (dove peraltro la Burch è comparsa interpretando se stessa).


2 - I materiali - pura pelle, suola in gomma e medaglione in argento oppure in oro. Insomma, un vero e proprio gioiello ai piedi! 
Le ballerine di Tory Burch, inoltre, sono presenti nella più svariata gamma di colori in modo da poterne avere una per ogni occasione.


3 - Un must have - New York loves Tory Burch: i modelli di ballerina rimangono, bene o male, sempre gli stessi: quindi potete stare sicure che un paio di Tory Burch acquistata oggi sarà ancora in auge tra dieci anni, e faranno sempre la loro porca figura. A differenza di tante altre griffe, che giocano molto sull'idea dei cambiamenti radicali degli accessori a seconda delle stagioni, le ballerine di Tory Burch mantengono sempre lo stesso stile inconfondibile.


4 - La comodità - perchè si tratta pur sempre di una ballerina! 


5 - Il prezzo - molto più "economiche" rispetto a tante altre grandi griffe (tra cui Louboutin o Louis Vuitton), le ballerine di Tory Burch partono da circa 190 euro, a salire per quanto riguarda la peculiarità del prodotto e i materiali con cui sono state confezionate.
Considerando che le ballerine di Tory Burch rappresentano ormai un'istituzione, e che i modelli non vengono stravolti a seconda delle collezioni, volendo parlare in termini economici il costo iniziale viene ammortizzato nel tempo.


6 - Fashion stylist, e non solo - Tory Burch è l'emblema della donna dinamica, intraprendente e multiforme: nata come stilista, essa è anche moglie e madre, una attivista convinta nella parità dei diritti uomo-donna nonchè, last but not least, un'istancabile filantropa: nel 2009, infatti, la Burch ha fondato  l'associazione no-profit "Tory Burch Foundation" che si occupa di dare finanziamenti alle attività commerciali gestite da donne americane, laddove gli istituti di credito e le banche non diano l'appoggio sperato.




In conclusione: come fashion blogger, consiglierei le ballerine Tory Burch?
Risposta: assolutamente sì. Il mio amore per le ballerine è ormai noto, e adoro Tory Burch sia come filantropa che come stilista, soprattutto perchè, in puro stile TDM: "Non ci sono regole su cosa si possa o non si possa più fare. Adoro una giacca di pelle indossata sopra un abito da sera. Si tratta di sperimentazione e di senso della creatività. Le donne adesso sono molto più potenti di quanto non lo siano mai state". (cit. Tory Burch, "Wall Street Journal").
Baci facilmente eleganti,
- Ste

















Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per la visita e il commento!