La teoria fantascientifica sul successo di "Cinquanta Sfumature"

Ben ritrovati, carissimi fans di TDM!
Oggi voglio proporvi un post diverso dal solito, ma non troppo. 
Noi di TDM siamo sempre attente alle mode e alle tendenze, ma quest'estate abbiamo grandemente evitato di pronunciarci sul fenomeno del momento, ovvero la trilogia delle "Cinquanta Sfumature" (che io ho letto - ma vi giuro, posso spiegare!).
Per mesi avevo covato l'intenzione di pubblicare questo post ma via via mi sono convinta che, in fin dei conti, questo sarebbe stato un effimero fenomeno passeggero, e che non ne sarebbe valsa la pena. Mi sbagliavo di grosso (tanto per cambiare) e oggi, vedendo ANCORA questi libri nella top 20 dei libri più venduti, mi sono decisa a parlarvi di questa vera e propria moda letteraria che non tende affatto a scemare ma anzi è diventata parte dell'immaginario comune (le parodie si sprecano).

E parlandone colgo anche l'occasione di farvi una sorpresa a fine post (suspance, suspance, voglio suspance!). 



Quelli come me, che in fondo un po' ci sperano di diventare scrittori prima o poi, si trovano quantomeno spaesati quando si trovano davanti ad un libro con così tanto successo. In un'epoca in cui "tanta gente scrive, poca gente legge", infatti, un boom così stellare non si vedeva dai tempi di Harry Potter (che, ovviamente, era tutt'altro genere). Quindi ho iniziato a leggere questa trilogia, tomo dopo tomo, con una sola assillante domanda nella mente: ma perché ha avuto così successo?
Dal punto di vista stilistico e formale, dire che la qualità è scarsa significa graziare questa trilogia. Aggiungerei inoltre che l'amor proprio femminile  in queste scritture fa fagotto, esattamente come ai tempi era successo con "Sex and The City" (e anche quello l'ho visto interamente - altro che preconcetti!).
I commenti dei lettori si dividono tra amore incondizionato e odio sfrenato, ma in ogni caso nessuno è stato in grado a dare risposta al mio interrogativo. 
Come succede tutte le volte che non trovo le risposte che voglio comincio a farmi i viaggi mentali, ed ecco quindi i dieci motivi che hanno portato al successo di questa trilogia secondo la vostra beneamata Ste.
(*Attenzione, contiene spoiler!*)


  • Lui è un figo  -  Christian Grey ha 27 anni, è un vero e proprio self-made man, è tenebroso, è straricco, è Amministratore Delegato di una società che ha fondato con le sue sole forze a 21 anni (quando io manco ero laureata a giurisprudenza sto qui aveva un impero in mano!), tutti lo amano, tutti lo temono, è intelligente, è umile, ha carisma, è di buona famiglia, ha potere e soprattutto è un gran figo. Insomma una creatura mitologica, diciamocelo.
  • Lei è una derelitta, ma si riscatta - Dall’altra parte abbiamo Anastasia Steele, ventunenne spaurita, studentessa, la migliore amica della star della scuola (Kate). Insomma, l’amica un po’ sfigatella che prima o poi tutti abbiamo avuto. La verginella insicura, quella che inciampa dappertutto. Quella che abbina un tailleur azzurro a degli stivali marroni (e lo ripeto: tailleur azzurro con stivali marroni – Dio ce ne scampi). Quella che si depila una volta all’anno, per Natale, quando torna al paesello dai genitori. Quella con la “dea interiore” che mi ha molto ricordato quell’orrido anime giapponese, “Yamada’s first time” (imbarazzante). Epperò, come da copione dei classici film americani, lei è la ragazza che si toglie i fondi di bottiglia e diventa la reginetta del ballo. E salverà l’irriducibile Christian Grey dal baratro, nel contempo diventando una donna in carriera su tacco 12. In sintesi, la figura di Anastasia crea conforto perché se ce l'ha fatta lei vuol dire che c'è proprio speranza per tutti.
  • Lui è un bambino spaurito che necessita di protezione - Ciò, ovviamente, va a solleticare il c.d. "spirito materno" a mò di "ti salverò con la forza del ammmmmmoreh!".
  • Ma nel contempo, ti ribalta con metodi inauditi - Bambino smarrito ma anche grande “Amateur de femmes”, con tanto di effetto sorpresa: il binomio vincente.
  • Lei è diversa dalle altre - E lui si premura di farlo sapere a destra e a manca, se necessario facendo scenate pazzesche davanti ai love interest di lei ma anche davanti alle minacciose ex di lui che cercano di ostacolare il rapporto. Ammettetelo: quanto avete sospirato quando Grey dà pubblicamente fuori di matto con “Mrs. Robinson”, sbraitando che Ana è la migliore e che non può essere nemmeno lontanamente comparata alle altre?
  • Lei lo cambia in meglio - Ed ecco, uno degli argomenti più comuni della letteratura rosa, elemento che io definisco da sempre “la grande truffa storica”: la donna che cambia l’uomo. Sarà nichilismo, sarà disfattismo, sarà che ho visto troppe volte “La verità è che non gli piaci abbastanza” (quel film mi ha rovinato la vita), ma ho sempre guardato con enorme sospetto le donne che riescono a rendere redento l’uomo. Al massimo lo migliorano, e sapete anche voi dopo quanto questo può accadere. Ana invece riesce a malleare il granitico Grey con una facilità quasi disarmante, e dopo una manciata di mesi. Fantascienza, per l'appunto.
  • Lui è innamorato come una pera - Mai vista così tanta devozione. Per dire, pur di garantirle il posto di lavoro arriva a comprare la casa editrice in cui lei lavora; e inoltre le lascia persino libero accesso alle carte di credito - "Ma Christian sono i tuoi soldi!"  "I nostri soldi". Fantascienza, ancora.
  • L’argomento è sempre stato un tabù - I romanzi di questo tipo sono da sempre relegati agli angoli della letteratura moderna, ma questo ha sfondato: complice il caldo,  la campagna di marketing (inizialmente il romanzo era disponibile gratis su internet!),  il tam tam delle confidenze tra amiche e, nondimeno, quanto spiegato nel prossimo punto.
  • La trilogia trae spunto da Twilight -  Forse non lo sapevate, ma la trilogia delle  “Cinquanta sfumature” nasce come fanzine di Twilight, ovvero i castelli in aria che si fanno i fans sui loro beniamini. Le analogie sono evidenti: Christian, infatti, è stato modellato ad immagine e somiglianza di Robert Pattinson. Parimenti, Anastasia è ricalcata sul personaggio di Bella Swan.



  • Lui, alla fine di tutto, la sposa. - C’è bisogno di aggiungere altro? 

Penso che ormai abbiate capito che da me non avrete mai teorie serie, neanche in questo caso. E quindi arriviamo al vero fulcro del post: se siete veramente interessati al fenomeno delle 50 sfumature e volete saperne di più sui motivi che hanno portato all'esorbitante successo, noi di TDM siamo liete di invitarvi al primo Salottino  della stagione organizzato dall'esclusiva ed elegante Spa di Milano "Calicanto Day Spa".


Il 17 gennaio 2013 alle ore 18.30, presso Calicanto Day Spa di Milano (via Angelo Mauri n. 5 - in centro città) si terrà il salottino "50 Sfumature di Benessere", con ospite speciale la psicologa, psicoterapeuta e sessuologa Guendalina Losi (Specializzata in Psicoterapia Gruppoanalitica presso la SGAI ed in Sessuologia Clinica presso l’AISPA), che svelerà il perché di questo successo editoriale che ha rappresentato un indicatore sociale importante.
Guendalina Losi ci racconterà un po’ di più sulle dinamiche che possono apparire banali, ma che banali non sono per nulla. Qualche provocazione, qualche curiosità e molti sorrisi in un Salottino tutto al femminile. La dottoressa Losi ci spiegherà che cosa divide i 50 sfumature amanti dai 50 sfumature perplessi, e che cosa sta cambiando   nel panorama dei desideri e delle passioni. E, soprattutto, una tematica importante: dove si nasconde l'emancipazione femminile nel fenomeno delle Cinquanta Sfumature?

L'ingresso è gratuito, i posti limitati e a tutte le partecipanti sarà data una sorpresa. E per finire in bellezza, la serata si concluderà con un cocktail offerto dalla Spa.

Ma come partecipare a questo Salottino così chic? Semplicissimo! Basta telefonare allo 02.48517588 oppure inviare una mail a receptionspa@calicantogroup.com o confermare la vostra presenza sulla pagina fan Facebook.
Se decidete di partecipare, mandateci pure le vostre foto dell'evento!

E voi, da che parte state? Siete 50 sfumature amanti, o 50 sfumature perplessi?
Fatecelo sapere con un commentino qua sotto!
Cinquanta sfumature di baci,
- Ste

22 commenti:

  1. Se scrivi un libro, sarò la prima ad acquistarlo,perchè leggere i tuoi post è una vera goduria cerebrale!!!Toglimi una curiosità, hai letto Julie&Julia?Se ti va fammi sap se ti è piaciuto!baci

    RispondiElimina
  2. Bella la tua recensione ma io non l'ho letto e non lo leggerò. Andrei volentieri all'evento però!


    http://lowbudget-lowcost.blogspot.it/2013/01/dont-let-colours-scare-you.html

    RispondiElimina
  3. Il libro è atroce...in confronto quello scritto da Melissa P. è un capolavoro letterario! Persino una liceale scrive meglio! non me lo spiego neanche io tutto questo successo, considerando poi che la trilogia non ha neanche ragione di esistere...ah che tristezza! Bacino

    RispondiElimina
  4. Bella la tua recensione...scrivilo anche tu un libro ti pregooooo un bacino tresor

    RispondiElimina
  5. Noi non li abbiamo letti! Bellissima questa recensione!! Molto divertente, ma precisa e puntuale!!
    Kisses
    Francy&Stef
    chicwiththeleast.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. Giuro che ho comprato tutta la triologia ma non sono riuscita ad andare oltre il primo, è stata una sorpresa leggere che si sono sposati ahah :) è davvero scritto malissimo. Tu invece sei bravissima, mi fa sempre piacere leggerti :)

    http://thefashionshadowbygiulia.blogspot.it/

    RispondiElimina
  7. Ammetto di averli letti tutti e 3 cominciando a Settembre e l'ho fatto per pura e semplice curiosità.
    Sono d'accordo su tutti i punti che hai elencato perchè mentre leggevo pensavo le stesse identiche cose. Sapevo anche che era una fanfiction di Twilight però a questo punto preferisco i vampiri perchè tra due figure di pura fantascenza ( ovvvero Edward e il Sig. "ho tutto io")meglio sceglierne una che sia irreale fin dal principio :) così almeno ci si mette il cuore in pace subito anzichè fantasticare sull'esistenza di un essere simile!

    RispondiElimina
  8. Fantastica! ti confesso che quest'estate mi hanno visto cambiare Cinquante Sfumature al ritmo del cambio di costume! Li ho letteralmente divorati, e mi sono innamorata anch'io di un essere tanto perfetto, quanto irreale. Adoro il modo in cui smonti la James, ma devo dire che lo rileggerei ancora. Chi non vorrebbe un Grey figo,ricco sfondato,romantico e fantasioso a letto? Ecco il motivo di tanto successo: le donne vogliono l'uomo perfetto e la James l'ha costruito di tutto punto, ripartendolo in tre volumi. 45 euro di genio.

    http://thefashionmixblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Ci sono così tanti libri magnifici che una sola vita è troppo breve per leggerli tutti. Quindi non ne sprecherei mai neanche una minima frazione per leggere un libro "scarso". Perciò niente sfumature di grigio per me, ma apprezzo comunque la tua analisi snella e sveglia, davvero un bel post.
    Quello che posso dire, dal basso della mia piccola esperienza, è che mi capitò in tempi non sospetti di leggere un paio di libri sulla sottomissione, il bondage e compagnia bella, erano di autori asiatici, e anche quelli erano scritti con i piedi rispetto al 90% dei libri ad opera di loro connazionali. Evidentemente in questo tipo di produzione letteraria conta più lo "scandalo" che la forma o la qualità, questa sconosciuta.

    Baci
    Sarah
    My Blog♡Marshmallow Skin

    RispondiElimina
  10. Io non l'ho letto e non ho intenzione di leggerne nemmeno uno, tanti i motivi del successo che hai elencato ma non mi attrae affatto, c'è qualcosa che mi previene dal legegrlo!
    Don't Call Me Fashion Blogger
    Facebook
    Bloglovin'

    RispondiElimina
  11. Io ho letto la trilogia in inglese e l'ho trovata a tratti un buon intrattenimento, anche se a volte noiosa e il personaggio di Ana per me è comunque abbastanza irritante. Secondo me il personaggio di C. Grey è semplicemente una fantasia sessuale e non tutta al femminile, un uomo forte/dominante ma debole e bisognoso di protezione, bellissimo, ricco...insomma, si vede che è stato inventato da una donna ! Il tuo post mi è piaciuto tanto e anche le tue argomentazioni ! Un bacio

    Fashion and Cookies
    Fashion and Cookies on Facebook

    RispondiElimina
  12. Non ho letto questi "libri" e non ho intenzione di farlo (: Reb, xoxo.

    *Nuovo post sul mio blog, fammi sapere
    cosa ne pensi della mia nuova borsa (;
    http://www.toprebel.com/2013/01/syvto-bags.html

    RispondiElimina
  13. Ciao!
    Questa trilogia non l'ho letta, però non mi ha mai attirata e non penso nemmeno che la leggerò. Il tuo post mi è piaciuto molto e verrei volentieri all'evento...peccato non sia proprio di strada :)
    Un bacio!!!

    RispondiElimina
  14. anche io come tante ho comprato l'intera trilogia.... ma ancora non l'ho letta! spero di farlo presto! anche se il mio blog si chiama 50 sfumature di moda! ahahah

    a proposito ce un un nuovo post nel mio blog! che ne pensate? un bacio

    http://thefiftyshadesoffashion.blogspot.it/

    RispondiElimina
  15. Ho letto questo articolo con vero piacere, scrivi benissimo! E sei ironica! Ho letto i primi due poi il terzo l'ho iniziato ma lasciato...giusto una lettura da spiaggia niente di più!
    Piacere di conoscerti!
    Hella
    www.ladybeglam.com

    RispondiElimina
  16. Io ho letto solo il primo... non so se prenderò anche gli altri!
    http://namelessfashionblog.blogspot.it/
    http://www.facebook.com/NamelessFashionBlog

    RispondiElimina
  17. Io non ho ancora letto i libri, ma adoro leggere i tuoi post!!!
    Sei troppo brava! :D
    Un bacio!
    s
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it/

    RispondiElimina
  18. Io non l'ho letto, e onestamente non avevo intenzione di leggerlo, ma questo tuo post mi è piaciuto!!
    Torna presto a trovarmi sul mio fashion blog!
    Vinci un calendario 2013 e una stampa a tua scelta di Brittany Fuson!

    RispondiElimina
  19. Ciao ragazze, con un po' di ritardo ma arrivo!! Io questi libri non li ho letti e non ho intenzione di farlo, ma se ne scrivi uno tu lo leggo di sicuro! Comunque questo è davvero un essere mitologico a quanto vedo, ma chi ci crede! Baci
    Fabiola

    wildflowergirl

    RispondiElimina
  20. amo leggere ma questi tre libri non ho ancora avuto il coraggio di leggerli.. proprio non mi attirano! ottima recensione|! conosci anobii per caso? te lo consiglio:)
    un bacione!

    RispondiElimina
  21. simpaticissimo post :) io sono del team perplessi per un semplice motivo è scritto con i piedi e non sono riuscita ad andare oltre al 4° capitolo ,è un dato di fatto e mi chiedo perchè perchè perchè come ha fatto a superare Harry Potter *_*
    p.s. non l'ho comprato , gira il pdf se siete curiose contattatemi :D



    Dai un’occhiata al mio blog ?
    Facebook



    RispondiElimina
  22. Ciao!! che carino il tuo blog!!
    Ho visto che siamo nello stesso gruppo di blogger su fb, sarebbe carino se ci seguissimo a vicenda, che ne pensi?
    un saluto!!
    Tania
    www.glamourmaniacs.com

    RispondiElimina

Grazie per la visita e il commento!