Jourdan Dunn: oltre alla taglia c'è di più?

Un tempo c'erano quelle che riempivano i reggiseni con il cotone o la carta, adesso ci sono quelle che del push up (sacra invenzione) ne hanno fatto un monumento.
Ebbene per tutte voi il tabellone segna un punto a vostro favore!
Stanche di sentirvi dire da quel "simpaticone" del maschio italico che siete tavole da surf o che quando Dio distribuiva il seno voi eravate in tutt'altra fila?
Ordunque oggi potete avere la vostra rivincita e mica da poco!
Di cosa sto parlando? Del caso Jourdan Dunn che è scoppiato in questi giorni di sfilate parigine.


Partiamo col dire che Jourdan è una giovane modella inglese ed è stata l'unica modella di colore a sfilare per Prada nell'ultimo decennio.
Pur avendo ottenuto copertine per Vogue e Elle e pur essendo diventata testimonial per il profumo YSL, la sua carriera ha avuto un balzo notevole soprattutto grazie alla sua amicizia con Cara Delevingne.
Anche se non è mai passata inosservata, le sue uscite e conseguenti paparazzate con l'amica britannica l'hanno esposta ancora di più al pubblico e ha così ottenuto maggiore visibilità e popolarità.
Per farvi un esempio basta vedere i numeri del suo account Instagram.
Ha più followers di Joan Smalls, modella numero uno al mondo.
Come dire: "tutto ciò che tocca Cara diventa oro".
Dopo questa piccola e breve introduzione veniamo al fattaccio.
E' successo che la modella avrebbe dovuto partecipare allo show Dior Couture alla settimana della moda parigina e infatti era dentro al cast fino a poco prima.
Pensate che nei giorni precedenti aveva provato gli abiti e parlava di divertimento nel provare i corsetti.
Quindi cos'è successo nel frattempo? 
Raf Simons, direttore artistico della maison, ha diviso la sua collezione in quattro parti: Europa, America, Asia e Africa.
"Ho provato a guardare le donne da punti di vista differenti, con gli occhi di abitanti di aree diverse del mondo e di culture lontane", ha spiegato Simons a Elle Inghilterra.
"La collezione si distacca leggermente dalla tradizionale visione Dior, incentrata per lo più sull'estetica francese e specialmente parigina, per aprirsi al mondo e verificare quanto le culture lontane abbiano negli anni influenzato la moda del brand e il mio stile personale".
La linea couture vedeva il dominio di scollature vertiginose senza spallini e corpetti trasparenti.
E probabilmente per queste trasparenze nasce il problema.
Succede infatti che Jourdan pubblica questo tweet:
Si incomincia così a disquisire sulle forme della modella e su quest'esclusione del tutto inaspettata.
C'è chi afferma che i seni dell'inglese siano troppo importanti per Dior e per questa collezione. Altri dicono che il problema non è la taglia ma che siano in silicone e che quindi non sarebbero stati adatti alle trasparenze degli abiti.
Ma devo per forza notare che Marie Piovesan, una delle modelle preferite di Simons,  ha il seno più grande di Jourdan ed è stata pure testimonial di una campagna Dior.



















Verrebbe da dire: "tutto per colpa di un paio di tette!" ma qualcosa non quadra.
Sull'onda di un altro tweet di Jourdan (che tra l'altro l'ha presa con ironia, chapeau) si cavalca il fattore razziale.
La modella già nel recente passato aveva raccontato in un'intervista del problema del razzismo nella moda. Rivelò di aver perso molti lavori perché i clienti "non volevano più ragazze di colore" e ha poi riferito di una volta in cui un makeup artist ha rifiutato di toccarla per via della sua pelle.
C'è da dire anche che Dior è finito nel mirino per la mancanza di diversità sulla passerella e per affidarsi quasi esclusivamente a modelle bianche.
James Scully, casting director, ha affermato: "Non riesco nemmeno a concentrarmi sui vestiti per colpa del cast. Da una selezione multiculturale si è passati al prototipo di una ragazza bianca dal look germanico. Natalie Portman si lamentava che John Galliano fosse un razzista ma io sento che Raf Simons manda lo stesso messaggio".
Rispetto al passato c'è stato però un incremento delle modelle di colore sulla passerella. Sei rispetto a zero degli scorsi anni. 
Vedendo poi a posteriori la collezione, Jourdan avrebbe potuto tranquillamente indossare circa l'80% dei pezzi senza mostrare a tutti le sue forme.
Insomma, io voglio sperare che il seno di Jourdan Dunn sia l'unica motivazione per cui la modella non ha calcato la passerella e in questo caso festeggerei con le mie amiche esultanti per questa rivincita.
Se a prevalere è lo sfondo razzista, ci si può solo indignare nel vedere che nel 2013 non sia ancora stato sdoganato tutto ciò e che si consideri ancora un problema il colore della pelle.
A voi la parola,
xoxo

*Sara

22 commenti:

  1. bel post...spero che come dici tu sia solo una questione di "taglia"..anche se non dovrebbe esserlo neanche questo

    RispondiElimina
  2. Concordo, spero che non sia un fatto di pelle, anche perchè se ormai aveva già sfilato altre volte per loro non vedo il nesso. Comunque...l'unica modella di colore in dieci anni O_O?

    RispondiElimina
  3. Che bel post! Complimenti :-)!!!!!!!!
    passa a trovarci se ti va! ... ( www.saramustone.wordpress.com ) The Water Llies F&L B.

    RispondiElimina
  4. Concordo con te, proprio non capisco il problema!
    xoxo

    Nuovo post: http://valefashionworld.blogspot.it/2013/07/instaweek-12.html

    RispondiElimina
  5. Concordo con te! :)
    Bel post!
    Baci
    MyGlamourCupcake.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. condivido....spero sia solo quella la vera motivazione e non sia stata scartata per altre peculiarità della ragazza che tra le tante cose è davvero molto bella...se così fosse come te sotto sotto sto ghignando...la rivincita della tavola da surf ^^
    xoxo
    buon inizio settimana

    NEW POST!!!

    RispondiElimina
  7. davvero un bel post...
    anche io non capisco il motivo dell'esclusione. E' una ragazza bellissima!

    RispondiElimina
  8. Brava Sara, bel post. Non conoscevo queste statistiche e mi hanno piuttosto scioccata....Si rischia che a breve invece delle modelle sfilino in passerella dei manichini trasparenti....
    xoxo
    Coco et La vie en rose
    Coco et La vie en rose on Bloglovin
    Coco et La vie en rose on Facebook

    RispondiElimina
  9. Molto molto interessante questo articolo! Lucy www.tpinkcarpet.com

    RispondiElimina
  10. Lo voglio sperare anche io, anche se già questo motivo basterebbe già ad infastidirmi abbastanza (e non di certo perché io - ma nemmeno lei - porti una quarta). In ogni caso sarebbe davvero terribile e anacronistico il razzismo come motivazione!
    Fabiola

    wildflowergirl
    Facebook page

    RispondiElimina
  11. un post davvero interessante, lo voglio sperare anche io!!! bacio

    RispondiElimina
  12. Interessante questo post ! Spero tanto che il razzismo non sia la causa dell'esclusione...è una modella stupenda e spiace sentire ancora certi discorsi che non sono da società evoluta ! Mi piacerebbe inoltre veder sfilare modelle di taglie diverse (anche di reggiseno), oltre che di pelle dal colore diverso :) Un bacio

    Fashion and Cookies
    Fashion and Cookies on Facebook
    Bloglovin

    RispondiElimina
  13. good post! beautiful pictures! bloglovin I follow.
    http://tuttiigiornidelconsiglidiunadonna.blogspot.hu/
    http://www.bloglovin.com/blog/7715453/consulenza-ragazza-di

    RispondiElimina
  14. great post!


    http://alovelystyle.blogspot.com.es/

    RispondiElimina
  15. Spero anche io che la questione riguardi il seno della ragazza e non il colore della sua pelle, nel 2013 sarebbe veramente inammissibile una simile forma di razzismo!
    Un bacio!
    s
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
  16. I love your blog! I'm following you now

    www.fashionalertt.com

    XOXO

    RispondiElimina
  17. Non credo ci sia motivo che possa reggere l'esclusione della modella dalle sfilate Dior! Queste sono, a parer mio, cadute di "stile" inaccettabili! baci

    RispondiElimina
  18. E' stata mandata via sicuramente perché di colore, no comment. Comunque Marie Piovesan è un roito pazzesco.


    Vale

    RispondiElimina
  19. You are just too cute! Make for you lovely comment on Blog! ♥ Sure I’d like to follow each other! I follow you now, hope we keep in touch!
    umar sayeed collection

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Grazie per la visita e il commento!