L'integrazione nella moda - Andreja Pejic & Candice Huffine

Buon pomeriggio e ben ritrovate!
Per il post di oggi è la vostra Sary a scrivervi e con piacere vi narro la storia di due personaggi positivi.
Se nella vita di tutti i giorni sono timida e parlo poco, quando scrivo perdo la misura del tempo e digiterei tasti per ore.
Quindi vi chiedo scusa se non rappresento la blogger perfetta perché non ho esattamente il famoso "dono della sintesi" ma a me piace così e non cambierò.
Questa settimana ho voglia di positività e di scacciare la perenne nuvoletta grigia che mi accompagna da quando mi sveglio a quando vado a dormire, quindi metterò via tutto il mio malumore e indosserò con fierezza la fascia "stay positive".
Mi fa piacere quindi proporvi queste due storie perché nel mondo dei lustrini della moda non c'è soltanto il marcio ma ci sono anche persone che vale la pena conoscere e io sono sempre interessata a sapere le loro storie, cosa nascondono, cosa c'è dietro.
Mi piace indagare, senza fermarmi alle apparenze.
Dunque, era qualche anno fa e su un forum venni a conoscenza dell'esistenza di Andrej Pejic e ne rimasi da subito affascinata, dopo poco lo mostrai al mio fidanzato.
Passò un po' di tempo, ero in vacanza in Francia e per le famose rue parigine, tra brasserie e patisserie, vicino a una fermata della metro vidi un cartellone pubblicitario che attirò la mia attenzione.
Era Andreij e sponsorizzava un reggiseno push up, fieramente abbozzai un mezzo sorriso.
Ricordo che rimasi colpita sin da subito dal volto perfetto di questo ragazzo, la pelle senza imperfezioni e i tratti dolci mi convinsero che fosse una ragazza e invece mi sbagliavo. 
La sua androginia lo farà conoscere al mondo ma partiamo dall'inizio...
Andrej nasce in Bosnia ma, a causa dei bombardamenti della NATO, quando aveva otto anni si trasferisce in Australia con la madre.
Vendeva frutto al mercato e un agente di moda si fermò a comprare delle fragole al suo banco, poi gli chiese se fosse interessato a fare un colloquio nella sua agenzia. Solo più tardi gi addetti scoprirono che non era una ragazza ma un maschio, e trovarono la cosa ancora più interessante.
A quattordici anni decise che non avrebbe più mascherato la sua parte femminile, sarebbe stato semplicemente sé stesso.
A dispetto di quello che si può credere, non fu vittima di bullismo ma anzi riuscì a diventare amico delle ragazze più popolari della scuola e a 18 anni fu eletto reginetta del ballo.
L'anno precedente fu invece scelto come re del ballo della scuola.
Scherzando dice: "Scommetto che nessuno voleva prendermi a pugni per non rovinare la mia bella faccina!".
E' nel 2010 che Andreij viene alla ribalta, quando all'età di 18 anni sfila per Jean Paul Gaultier con tre diversi outfit e subito dopo per John Galliano e Raf Simons.
Potevo io, esterna, averlo confuso inizialmente per una ragazza, ma lo scompiglio che si creò negli esperti del settore dopo averlo visto a Parigi?
Tutti si chiedevano chi fosse e anche noti database di moda lo confusero per una ragazza.
La stessa cosa gli succede nella vita quotidiana: capita che un ragazzo gli offra da bere ma comunque Andrej  fa sempre sapere di essere un ragazzo, non una donna. 
Per Gaultier, di cui è diventato musa, ha anche chiuso una sfilata con indosso un abito da sposa, lasciando tutti senza fiato e con qualche strascico di polemica.
L'immagine fece il giro del mondo, incuriosì tutti e dette ad Andrej la consapevolezza che forse non era vero che non avesse il corpo adatto per la moda femminile.
Spesso Andrej si è sentito accusare di rubare il lavoro alle modelle ma la cosa che più lo ferisce è l'essere accusato di giocare con la sua femminilità per ottenere i favori degli stilisti e la notorietà.
Nel 2011 è stato inserito dai lettori di FHM Britain al 98esimo posto nella classifica delle donne più sexy e il giornale non la prese benissimo.
Scrisse: "Il biondo piegatore del genere ha agito prima del tempo, sperando un giorno di essere ingaggiato da Victoria's Secret. (passatemi il secchio dove vomitare)". Il magazine ha poi rimosso questo commento dal sito e si scusò.
E quindi passatamelo a me ora questo secchio, una vergogna che siti quotati si permettano di scrivire cose simili!
E' stato anche il primo uomo nella storia a finire con i capezzoli censurati, perché una sua foto finita sul Dossier Journal fu ritenuta troppo osè dalle librerie e c'erano preoccupazioni sul fatto che la gente potesse pensare fosse una donna.

Qualche giorno fa Andrej ha scritto sulla sua pagina facebook di aver fatto un passo importante: ha subito un intervento di riassegnazione sessuale.
"Ho sempre sognato di essere una ragazza. Uno dei miei primi ricordi è di me che giravo per casa con indosso una gonna di mia madre, cercando di sembrare una ballerina. A tredici anni andai in libreria e cercai "cambio di sesso" su Google e la mia vita cambiò. Internet mi ha dato la cognizione del fatto che c'erano parole adatte a descrivere i miei sentimenti. Ero fiera che la mia carriera non si conformasse ad un unico genere ma il mio sogno più grande era essere a mio agio con il mio corpo. Dovevo essere sincera con me stessa. Adesso mi sento al 100%."
"What's in between anyone's legs is not who they are" afferma ora fieramente Andreja Pejic.
Una storia a lieto fine, che ci insegna l'importanza dell'essere a proprio agio con il nostro corpo, che bisogna ascoltare quello che ci dice l'organismo e che il binomio uomo=mascolinità è una grandissima cavolata.
Il percorso è duro, si può non essere fortunati e può capitare di scontrarsi con l'ignoranza e il bigottismo delle persone, le prese in giro e il bullismo ma si può essere anche fortunati come Andreja, che ha avuto una madre e un fratello che l'hanno sempre supportata e l'hanno accettata per la persona meravigliosa che è.
Spero che il suo esempio e il suo parlarne apertamente aiuteranno moltre altre persone perché non si deve mai rinnegare ciò che ci sentiamo, a prescindere da cosa dice l'anagrafe.

Infine un altro aspetto positivo che ci ha fornito questa settimana il mondo della moda proviene da Candice Huffine, la prima top model curvy a finire sul prestigioso calendario Pirelli firmato da Steven Meisel.
Candice è una modella statunitense di 29 anni, è alta 180 cm e pesa 90 kg. Le sue misure sono 96-83-108.
Lavora nel mondo della moda da quando ha quindici anni.
Dice: " Con me il mondo della moda non è stato crudele. Sono consapevole della mia diversità. Anche quando salgo le scale in un posto come questo so che pochi dei vestiti in guardaroba mi entreranno. Ma nessuno mi fa sentire a disagio per la mia taglia. Non ne parlano, non fanno commenti, non dicono: “Sta arrivando la ragazza over”. Sono come loro, con qualcosa di più che la gente è pronta a vedere".
Questo può considerarsi un passo storico, che sdogana l'idea della donna da copertina magra a tutti i costi.
Candice affiancherà quindi modelle del calibro di Adriana Lima, Isabeli Fontana e Natalia Vodianova.
The Cal 2015 è stato scattato nello studio di Meisel a New York e il tema è il feticismo: le modelle, infatti, sono avvolte in bustier di latex e guepiere.
Mi piace questo rinnovamento del calendario Pirelli, che cerca di proporci diverse tipologie di donne e soprattutto una donna più vicina alla normalità.

Qui una foto dal set del calendario Pirelli e una carrellata di sue immagini:


Non è stupenda?
Le etichette sono stupide, il dover qualificare le persone in base a un aspetto caratteriale o fisico, spesso in modo dispregiativo, è stupido e dannoso.
La moda può fare molto, per questo mi piace sottolineare che non c'è solo il marcio, e Andreja Pejic e Candice Huffine sono la dimostrazione di un'integrazione ben riuscita.
E voi cosa ne pensate?

*Sara



38 commenti:

  1. si bella !!
    http://zielonoma.blogspot.it/2014/07/szyfonowa.html

    RispondiElimina
  2. bel post!
    http://befashion31.blogspot.it/
    https://www.facebook.com/Befashion31

    RispondiElimina
  3. 2 storie belle..io sono per la curvy ma un pò mi dà fastidio che ancora se ne parli così, è una modella, bellissima e affascinante ma perchè fa così scalpore..?si fanno tante battaglie contro l'anoressia e poi ai tg sono i primi a fare servizi su di lei...
    io dico ben venga..ma che ce ne siano molte di più

    RispondiElimina
  4. Ciao Sara! Cosa dici, tu sei già una blogger perfetta! <3 Scaccia via quelle nuvole e sorridi al post bellissimo che hai scritto, era un genere di lettura che avevo bisogno di fare!:) Guarda, conoscevo già da qualche anno Andreja, all'inizio anche io l'ho confuso per una donna, poi ho fatto qualche "ricerca" su internet ed ho conosciuto la sua storia. Sono felice abbia fatto l'intervento e che ora sia totalmente a suo agio con sè, sai quando sento di queste realtà mi stupisco di come le persone riescano ad essere forti ed andare avanti nonostante tutto, quando magari per altri piccole cose facilmente risolvibili sono motivo di depressione, ecco bisogna tenere sempre a mente persone così. Candice è bellissima, e sono felice il calendario Pirelli abbia preso questa svolta. Le etichette esistono sono per superficialità e scarsa apertura mentale, bisogna sempre mettersi nei panni altrui. Un bacione grande Sara e sii allegra!:** <3

    RispondiElimina
  5. bel post! spero ce ne siano altre e che ci sia libertà di essere se stessi sempre...

    RispondiElimina
  6. c'è bisogno di storie così:) anche nel mondo della moda!!!ciao un bacione

    RispondiElimina
  7. Hi doll stunning fashion post great job.
    http://tifi11.blogspot.com

    RispondiElimina
  8. Allora: la storia di Andrej la conoscevo e non posso che essere d accordo con te.
    Per quanto riguarda la modella "over" la penso diversamente. Lungi dal dire che è brutta trovo pero fuori luogo farle fare un calendario insieme a colleghe con ben altro fisico.
    Non c entra nulla, mi dispiace. Io non dico che sia meglio o peggio, dico solo che questa mi sembra l ennesimo incrocio tra trovata pybblicitaria per aumentare il clamore e un modo per pulirsi la coscienza visto che il,mondo della moda da sempre è tacciato come fonte ispiratrice all anoressia.
    Un bacio


    NEW POST

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  9. Che storie e che bel post! Io le trovo stupende entrambe!
    Bacioni!!!!
    Passa a trovarmi VeryFP

    RispondiElimina
  10. hai scritto un post eccellente Sara,complimenti
    nuovo OUTFIT http://tr3ndygirl.com
    buona giornata
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Sono totalmente d'accordo con te Sara: viva l'integrazione!!!
    Bellissime queste storie e come le hai raccontate, tu sei una blogger perfetta!!!!
    Stentavo a credere Andrej fosse un uomo è talmente bello...
    Perfetta anche Candice per il nuovo calendario Pirelli, che sicuramente farà parlare di sè!
    Kisses bellissima!!!

    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
  12. non conoscevo queste storie...bellissimi questi due esempi e grazie a te per avermeli fatti conoscere!

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/costume-intero-mon-amour/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  13. molto bello e interessante questo post!!!

    http://thefashionprincessblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. bello questo post, spero possa aiutare chi ha bisogno di un consiglio....
    baci baci Gi.

    new post
    http://f-lover-fashion-blog.blogspot.it/

    RispondiElimina
  15. Diverso è bello ;) XoxPK http://pickylachesis.wordpress.com/

    RispondiElimina
  16. Bellissime storie!!! Per quanto riguarda la modella la trovo splendida e credo che inserirla nel calendario è stato giustissimo ma non per fare scalpore o altro ma solo perché obbiettivamente rappresenta appieno la bellezza!!!baci Elisabetta

    RispondiElimina
  17. Due bellezze diversamente belle! Hai fatto bene a parlarne! Nn lo conoscevo questo ragazzo é pazzesco! Più femminile di me

    Baci


    Eli

    www.theladycracy.it

    RispondiElimina
  18. Sono assolutamente d'accordo: le etichette sono stupide, implicano l'idea di dover per forza raggiungere uno standard, chi le usa vuole solo rendere tutti uguali e anche noiosi. Ognuno dovrebbe essere libero di sentirsi se stesso, sia nella moda sia in qualsiasi altro ambito, peccato siano sempre poche le persone disposte realmente ad accettare le altre! Hai fatto benissimo a dedicare un post a queste due modelle, entrambe diverse dalle altre e bellissime!

    RispondiElimina
  19. Bellissima Candice Huffine!!! Grazie per i complimenti :) baci

    OOTD: After the storm

    RispondiElimina
  20. il ragazzo è davvero una figa pazzesca!!!
    e Candice? assolutamente sexy!
    due soggetti interessantissimi, grazie per aver postato le loro storie!
    Chiara
    ♡EFFENSHION…essence † fashion

    RispondiElimina
  21. Gran bel post Sara, complimenti, sei bravissima!
    Bacione!!!
    TruccatiConEva

    RispondiElimina
  22. ottimi esempi di persone che hanno creduto in loro stesse ed hanno vinto contro tutti i pregiudizi!!! ce ne fossero di più...!
    Chiara ~ CHIAWEB.it
    ~ Instagram

    RispondiElimina
  23. Fantastico post!
    bacioni e buona serata!
    http://www.milanotime.net

    RispondiElimina
  24. Questi sono gli articoli che mi riportano allegria e voglia di fare!
    Grazie Sara, io ne ho veramente bisogno in questo periodo
    Un bacione
    Maggie D.
    The Indian Savage diary

    RispondiElimina
  25. Andreja già lo conoscevo bene e lo trovo l'ennesima prova della perfezione! <3
    Vieni a vedere il mio nuovo OUTFIT? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi! :)
    Un bacione,
    Eleonora
    www.it-girl.it
    It-Girl Facebook page

    RispondiElimina
  26. Candice è davvero bellissima!!!
    Davvero interessante la storia di Andreja!
    Kisses
    Francy&Stef
    Chic With The Least
    Also on Facebook , Bloglovin’, Instagram and What I Wear

    RispondiElimina
  27. due belle storie che ho letto con passione!

    Nameless Fashion Blog

    RispondiElimina
  28. la storia di Andreja la conoscevo già da un po, anche perché siamo le conazionali visto che anch'io vengo da Bosnia.. è straordinaria ed è fortunata di avere una famiglia che la sostiene.. Candice è bellissima ed è un buon esempio per tutte quelle ragazze che si sfamano pensando che essere più magre vuol essere più belle..
    kiss

    www.mammaaltop.com

    RispondiElimina
  29. siamo ciò che siamo e dobbiamo accettarci per ciò che siamo...belle storie!

    RispondiElimina
  30. sono sincera non le conoscevo, belle entrambe le storie!
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  31. buona serata!!

    http://thefashionprincessblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
  32. Ciao Saretta! È sempre un grande piacere leggerti, non solo per I contenuti interessanti, ma per la scorrevolezza con cui li esprimi. Due storie rincuoranti, due donne magnifiche!
    Baci,
    Coco
    Coco et La vie en rose / Bloglovin / Facebook

    RispondiElimina
  33. buon sabato
    http://befashion31.blogspot.it/
    https://www.facebook.com/Befashion31

    RispondiElimina

Grazie per la visita e il commento!