Lazzari, il lato hipster-chic della moda

Buongiorno e ben ritrovati sul blog!
Oggi volevo parlarvi di una mia scoperta relativamente recente: Lazzari, brand italiano dall'indiscutibile qualità e peculiarità.


Mi rendo conto di essere estremamente in ritardo rispetto ad altre blogger che ne hanno già parlato. In realtà, ho scoperto questo brand solamente qualche settimana fa grazie ad Instagram, ed in particolare grazie ad una mia follower che spesso indossa le creazioni di questo marchio.
Lo stile di Lazzari mi ha subito incuriosita e, ritenendolo assolutamente meritevole di un approfondimento, oggi vi farò entrare in questo magico mondo.


Lazzari è una piccola azienda di famiglia nata nel 1977: il primo laboratorio ha trovato la propria location in un salone sopra a un vecchio cinema, in provincia di Vicenza (città a cui sono molto legata per moltissimi motivi - stante la rivalità sempreverde tra noi trentini e i veneti!).
Nel 1982 il laboratorio si trasferisce a San Bonifacio (VR), in una vecchia casa colonica poi restaurata (dove è tutt'oggi). 
Attualmente, Lazzari conta quattro punti vendita: Verona, San Bonifacio, Padova e Bassano del Grappa.
Che dite, non sarebbe ora di sconfinare anche nell' "odiato" Trentino?



Come accennavo nel titolo, Lazzari coglie un lato hipster della moda che non poteva lasciarmi indifferente (rientrando io stessa in quella categoria). A capi sobri si accostano creazioni maggiormente particolari, e sono proprio queste ultime a destare il mio interesse.
Mi riferisco, in particolare, alla collaborazione con Kate Pugsley: i suoi pattern, riconoscibilissimi, si ritrovano in alcuni modelli di camice e di vestiti.




Definire Lazzari solamente come "hipster", però, non renderebbe giustizia né alla storia del brand né alla sua mission. Ecco che, giusto per loro, ritengo opportuno coniare un nuovo termine: hipster-chic, ovvero quell'eleganza particolare che "non è per i gusti di tutti" ma risulta assolutamente adorabile per chi ama il genere - e credo che proprio questo sia il punto di forza del brand. 
Chi indossa Lazzari desta curiosità, attira l'attenzione e affascina: esattamente come è successo a me vedendo la mia conoscente su Instagram.
Ciò si riflette anche - seppur parzialmente - sui prezzi: essendo 100% qualità italiana, giustamente i costi sono maggiormente impegnativi (e questa è una lezione che spesso ribadiamo sul blog: la qualità si paga e merita di essere pagata).
Vi lascio quindi con qualche scatto della nuova collezione:




















Per tutte le altre informazioni, vi lascio il sito ufficiale del brand a questo link.
E voi cosa ne pensate di Lazzari?
Come sempre fatemelo sapere con un commento qui sotto!
Baci,
-Ste

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per la visita e il commento!